Imprenditore ha deciso di lasciare l' eredità ai 25 operai


Un brindisi in memoria di Leonardo Martini, imprenditore morto a 72 anni che ha deciso di lasciare in eredità ai 25 operai della Dioma la sua fabbrica.




Senza figli decide di lasciare ai suoi dipendenti, 25 operai della Dioma, tutto quello che aveva: la sua fabbrica. E' l'ultimo atto che ha voluto compiere un imprenditore vicentino Leonardo Martini, morto a 72 anni. L'azienda era nata nel 1967 e specializzata nella componentistica di plastica per l'industria automobilistica e che produce tra gli altri per Audi Volkswagen e Saeco.

L'imprenditore non aveva figli, e la Dioma era una parte essenziale della sua vita. Così, prima di andarsene in seguito a una grave malattia, ha fatto una scelta precisa: non far entrare estranei nell'azienda, e per fare questo c'era un unico modo, lasciarla in eredità ai suoi operai.

Il testamento, in cui il proprietario della Dioma, lascia la sua florida fabbrica in eredità ai suoi operai, verrà ufficialmente aperto oggi. Ieri, invece, si sono svolti i funerali del 72enne, un rito laico all'interno del capannone industriale tra i bancali e gli scaffali, dove a parlare sono stati gli amici, i collaboratori e gli operai.
Per chi fosse interessato a fare domanda deve inoltrare  all’Asp “Centro Servizi alla Persona” – Via Ripagrande,5 – 44121 Ferrara, utilizzando il modulo allegato al bando,entro  il 23 dicembre 2014.

 Inserisci qui sotto la tua email e clicca subscribe by email riceverai a breve direttamente sul tuo indirizzo un email di conferma e sarai sempre aggiornato
Info la tua Email:


LavoriSubito by FeedBurner

Home Page